Che cosa sono

Sono la conseguenza di cadute o impatti violenti al viso che coinvolgono la bocca e i denti. Questi traumi riguardano sempre più spesso i bambini, sia nella prima infanzia, sia durante l’adolescenza. Gli eventi traumatici responsabili del danno ai denti possono verificarsi a casa (nelle fasi in cui il bambino impara a camminare, per caduta sulle scale, per scivolamento sul pavimento bagnato o inciampo nei tappeti, a seguito di urti contro spigoli appuntiti), a scuola, in palestra, durante il tempo libero (passeggiate in bicicletta, nei boschi, sulla spiaggia, uso di pattini a rotelle, skateboard, monopattino, etc).

Cosa Osservare

La dinamica dell’incidente, in modo da poterla riferire al medico e l’eventuale perdita di denti o di frammenti di denti conseguente al trauma.

Cosa Fare

Il primo intervento di urgenza in caso di trauma dentale è di fondamentale importanza, poiché, se effettuato correttamente, aumenta le probabilità di limitare il danno o addirittura di recuperare denti persi. 

È necessario:

  • Rottura dentitranquillizzare il bambino;
  • eliminare eventuali residui di sangue dalle labbra e dalla faccia con garze o fazzoletti umidi, far sciacquare la bocca al bambino con acqua fresca;
  • controllare il sanguinamento esercitando una lieve pressione sulla zona traumatizzata con garze o fazzoletti bagnati;
  • applicare eventualmente del ghiaccio per frenare l’emorragia e attenuare il dolore alla gengiva.

Valutare quindi l’entità del danno: tipo di dente coinvolto (da latte o permanente), eventuale rottura, mobilità o parziale fuoriuscita del dente dalla gengiva. Frammenti di denti o denti interi vanno recuperati e conservati in un contenitore pulito riempito di liquido (soluzione fisiologica, latte o saliva) e portati in pronto soccorso insieme al bambino. Un dente permanente ha buone probabilità di essere re-impiantato se è stato correttamente conservato immerso in un liquido entro un massimo di 2-3 ore.

Cosa Non Fare

  • Non toccare la radice del dente perduto (va preso solo dalla parte della corona).
  • Non tentare di reinserire il dente: è una manovra delicata, che deve essere fatta da un professionista competente.

Quando Chiamare i Soccorsi

In caso di perdita di coscienza, quando il trauma ha coinvolto anche la schiena e la colonna vertebrale, quando si sospettano fratture.

Quando Recarsi al Pronto Soccorso

Sempre in caso di traumi facciali importanti che comportano rotture o perdita di denti. Privilegiare, quando possibile, gli ospedali in cui sia presente un servizio di odontoiatria.

Quando Rivolgersi al Pediatra di Famiglia o alla Guardia Medica

In tutti gli altri casi.

Bibliografia/Sitografia

  • Linee guida nazionali per la prevenzione e la gestione clinica dei traumi dentali negli individui in età evolutiva – Ministero della Salute – Novembre 2012
  • I denti, un bene prezioso. La salute della bocca: consigli per tutte le età – Regione Lombardia 2004
To Top